Dopo un forte rally dai minimi di marzo, la Bitcoin ha smesso di fare tendenza verso l’alto. Negli ultimi due mesi, la criptovaluta è stata catturata in un range del 15% da cui si è a malapena allontanata.

Il consolidamento è stato accolto con le affermazioni degli analisti secondo cui BTC ha perso il suo slancio. Un trader ha affermato il 30 giugno che l’indicatore chiave Ichimoku Cloud ha mostrato „un indebolimento del momentum rialzista“.

Eppure molti investitori del settore rimangono ottimisti. Un dirigente del settore è arrivato a dire che secondo lui Bitcoin è sulla buona strada per raggiungere i 50.000 dollari nel 2020.

BITCOIN POTREBBE RAGGIUNGERE I 50.000 DOLLARI NEL 2020: NEXO CEO

A maggio, il cofondatore di Nexo, Antoni Trenchev, ha dichiarato che la Bitcoin Billionaire è sulla buona strada per raggiungere i 50.000 dollari nel 2020. Ha fatto la sua previsione mentre BTC era in piena ascesa, testando 10.000 dollari mentre cercava di stabilire i nuovi massimi dell’anno.

Nonostante il recente consolidamento, rimane rialzista. In una recente intervista con Joana Ossinger di Bloomberg a BlockDown, una conferenza di crittografia digitale, Trenchev ha spiegato perché rimane rialzista.

Il cuore del suo bull case è la rigorosa fornitura di 21 milioni di monete da parte di BTC:

„Non si può permettere che il Presidente degli Stati Uniti twitti che l’offerta di denaro, il numero totale di Bitcoin dovrebbe essere esteso da 21 milioni. Si può avere solo quello. Il Bitcoin è questa struttura perfetta, che ha tutti i principi giusti. E quelli una volta formulati, stipulati, messi in codice, rimangono immutati di qualsiasi intervento umano“.

Trenchev ha sostenuto che questo semplice tappo di fornitura è ciò che attira così tanti investitori al dettaglio e istituzionali nel settore.

Ha aggiunto che con „quasi 8 mila miliardi di dollari“ stampati dalle autorità centrali negli ultimi mesi a causa della pandemia, la Bitcoin e l’oro dovrebbero andare davvero bene.

„Quindi sì, mi attengo alla mia previsione di 50 mila dollari fino alla fine dell’anno. Mi rendo conto che è un’affermazione audace, ma i fondamentali ci sono e lo slancio sta cambiando anche lì“, ha concluso Trenchev al giornalista di Bloomberg.

ALTRI SONO RIALZISTI, MA NON COSÌ RIALZISTI

Ci sono molti altri che si aspettano che Bitcoin si riprenda ancora di più nel 2020, ma la maggior parte non pensa che 50.000 dollari siano possibili. Non pensano che sia possibile in così poco tempo, comunque.

Bloomberg ha pubblicato un ampio rapporto sul mercato dei crittografi all’inizio di giugno. In esso, il senior commodities analyst Mike McGlone ha suggerito che la Bitcoin potrebbe raggiungere i 20.000 dollari quest’anno e forse i 28.000 dollari se le giuste tendenze si allineano.

McGlone ha attribuito questa previsione al fatto che Bitcoin appare strutturalmente simile a BTC all’ultimo dimezzamento. L’andamento della criptovaluta, come ha fatto dopo l’ultimo dimezzamento, si tradurrà in un prezzo di fine anno di circa 20.000 dollari.

L’analista ha anche notato che con una crescente correlazione con l’oro, la crescente adozione del Bitcoin da parte delle istituzioni e un picco nell’uso a catena, BTC è probabile che si apprezzi. Qualcosa, infatti, „dovrebbe andare storto“ perché l’asset non lo faccia, ha concluso McGlone.

Written by